Get Social With Us
Meglio un apparecchio acustico interno o esterno? | Linear
21644
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-21644,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

MEGLIO UN APPARECCHIO ACUSTICO INTERNO O ESTERNO?

Informazioni tecniche e differenze di prestazione per scegliere con consapevolezza la tipologia di apparecchio.

A differenza di quello che si può pensare, gli apparecchi endoauricolari non sono più delicati di quelli retroauricolari, posizionati all’esterno dell’orecchio: la componentistica elettronica è la stessa, e i primi hanno semplicemente bisogno di pulizia e cure quotidiane poiché le componenti elettromeccaniche sono all’interno del condotto uditivo.

Dal punto di vista funzionale, l’endoauricolare è quanto di meglio offre il mercato degli apparecchi acustici. Il suo punto di forza è la posizione interna, all’ingresso del canale uditivo, che permette di sfruttare il padiglione auricolare e la sua naturale capacità di localizzazione e decodificazione dei suoni.

L’apparecchio retroauricolare tratta tutti i suoni allo stesso modo, cosa che rende difficile a chi indossa l’apparecchio capire da che direzione provengono i rumori. Gli apparecchi acustici interni hanno invece una ricezione a 360°, similare a quella di una persona normoudente. I nostri endoauricolari campionano a 32KHz a 24 bit per campione.

 

Prenota un appuntamento in Linear e ti consiglieremo la soluzione acustica per migliorare concretamente la qualità della tua vita.