Get Social With Us
Controllo del rumore nei porti - Linear Apparecchi acustici
22725
post-template-default,single,single-post,postid-22725,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Controllo del rumore nei porti

Il progetto MON ACUMEN (Monitoraggio attivo congiunto urbano-marittimo del rumore) si propone di realizzare la prima rete di monitoraggio e controllo dell’inquinamento acustico generato dai porti. Il programma, presentato il 23 gennaio a Cagliari, avrà la durata di tre anni, con un investimento di circa 1,8 milioni di Euro, coperto interamente dal programma IT-FR Marittimo. Saranno monitorati porti commerciali di Livorno, Bastia, Cagliari e La Spezia.

Il progetto affronta il tema della pianificazione e del controllo acustico negli scali mrittimi, con lo scopo di sviluppare una comune metodologia di analisi della descrizione acustica e del rilevamento del rumore e definire una progettazione condivisa dei sistemi di monitoraggio necessaria a una efficace pianificazione, così come richiesto dalla direttiva 2002/49/CE.

Aderiscono all’iniziativa l’Università di Genova, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale Toscana, l’Autorità di Sistema portuale del mar Ligure orientale e del mare di Sardegna, la Camera di commercio di Bastia.