Get Social With Us
Quando la carriera è a ostacoli - Linear Apparecchi acustici
23931
post-template-default,single,single-post,postid-23931,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Quando la carriera è a ostacoli

Secondo una ricerca sul mercato del lavoro svizzero, le persone sorde o ipoudenti hanno molta più difficoltà della media a trovare lavoro. Il tasso di disoccupazione è infatti tre o quattro volte superiore rispetto alla media nazionale elvetica. La ricerca è stata condotta dalla Scuola universitaria professionale (Sup) di Lucerna in collaborazione con la Federazione svizzera dei sordi (Fss). Secondo i ricercatori, in Svizzera sono presenti circa 10 mila sordi e un milione di ipoudenti. Dallo studio è emerso che, mentre il livello dei titoli di studio è analogo a quello medio della popolazione, con il 40 per cento dei dipendenti disabili in possesso di un titolo universitario, soltanto il 3 per cento dei lavoratori dipendenti con problemi di udito occupa una posizione di manager, contro una media del 26 per cento del totale della popolazione. Inoltre il 69 per cento dei sordi e degli ipoudenti non ha mai ricevuto una promozione. Secondo gli autori della ricerca, questi dati sono il risultato di pregiudizi e di preoccupazioni infondate da parte dei datori di lavoro.