Get Social With Us
Problemi alle orecchie e non solo - Linear Apparecchi acustici
22805
post-template-default,single,single-post,postid-22805,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Problemi alle orecchie e non solo

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), 360 milioni di persone nel mondo, di cui 7 milioni in Italia, convivono con una diminuzione della capacità uditiva; il numero purtroppo sarebbe destinato a raddoppiare nei prossimi trent’anni.

I dati sono allarmanti, soprattuto se correlati a studi recenti, volti a dimostrare come le persone affette da ipoacusia presentino un rischio maggiore di declino cognitivo, associato a depressione. I pericoli riguardano specialmente la popolazione anziana: più del 50% delle persone sopra i 70 anni soffre di ipoacusia, in forme diverse, tra sintomi lievi e acuti, mentre tra gli over 80 sono più dell’80%. Queste cifre giungono dagli Stati Uniti, diffuse dal National Health and Nutrition Examination Survey. Alcuni studi pubblicati sulla rivista medica “Jama” confermano l’associazione tra problemi di udito non trattati e un aumentato rischio depressione, declino cognitivo, cadute, malattie cardiovascolari.