Get Social With Us
Sordità in età adulta e apparecchi acustici endoauricolari
20417
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-20417,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
SILVANO, 37 ANNI: “ADESSO SENTO SUONI, VOCI, RUMORI…”

storie_04Ho una grave sordità da quando avevo circa 3 anni. Protesizzato con apparecchi retroauricolari a 4 anni, ho fatto un po’ di logopedia per re-imparare ad ascoltare e a parlare con le protesi. Ma discriminavo male e il suono era molto metallico.

Poi sono venuto a sapere di Linear tramite un amico che, avendo sperimentato i benefici degli apparecchi acustici endoauricolari, mi sollecitava a provarli. E così ho fatto.
Secondo me, avere le protesi dentro l’orecchio è molto meglio, innanzitutto per un fatto estetico e poi per la migliore qualità dell’ascolto. Difficoltà di comprensione? In ambienti molto rumorosi, com’è naturale che sia.

Con questi apparecchi ho conquistato la spazialità, sento rumori, suoni e voci che si allontanano e si avvicinano. E riesco a parlare anche al cellulare.
Apprezzo molto la personalizzazione delle mie protesi, sono fatte su misura per me, solo per me!

 

In caso di sordità infantile la tempestività della diagnosi è fondamentale, così come la scelta tra apparecchio acustico e impianto cocleare.