Get Social With Us
Intelligenza artificiale applicata ai violini - Linear Apparecchi acustici
24317
post-template-default,single,single-post,postid-24317,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Intelligenza artificiale applicata ai violini

Le reti neurali dell’intelligenza artificiale, ossia algoritmi che imitano il comportamento di un cervello umano, saranno presto in grado di simulare il suono emesso dalle tavole di legno utilizzate per costruire i violini. Ne sono convinti i ricercatori del Musical acoustics lab del Politecnico di Milano, che hanno pubblicato recentemente un articolo online su Nature su questo argomento, dal titolo “A Data-Driven Approach to Violinmaking”. Il fisico e liutaio cileno Sebastian Gonzalez e il dottorando e mandolinista professionista Davide Salvi hanno mostrato come una rete neurale molto semplice sia in grado di predire il comportamento vibratorio di tavole di violino a partire da un numero limitato di parametri geometrici e meccanici della tavola stessa. La ricerca promette di aprire nuove prospettive per la realizzazione di strumenti sempre più perfezionati, in grado di confrontarsi e di andare oltre la raffinatezza raggiunta in passato da maestri come Stradivari e Guarneri del Gesù.