Get Social With Us
Sport con le orecchie al sicuro - Linear Apparecchi acustici
24352
post-template-default,single,single-post,postid-24352,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Sport con le orecchie al sicuro

E’ stato presentato in giugno il quinto studio dell’Osservatorio francese sulla salute visiva e uditiva in riferimento alla pratica sportiva. Per quanto riguarda l’udito, è emerso che due francesi su dieci hanno registrato disturbi uditivi, soprattutto acufeni e vertigini. Ma il 70 per cento dei francesi non è a conoscenza del fatto che esistono strumenti che possono limitare questi fastidi, almeno quando si pratica sport. L’esempio più semplice è quello dei tappi per le orecchie, utilizzabili in acqua mentre si nuota, fino agli apparecchi acustici impermeabili. Gli sportivi intervistati hanno confermato di avere tratto benefici dall’utilizzo di dispositivi specifici, in termini di salute (meno acufeni, otiti).
“E’ importante tenere a mente – ha spiegato Michel Ballestrer, chirurgo facciale e medico militare – che l’orecchio non è soltanto l’organo dell’udito, ma anche quello dell’equilibrio. Quando le informazioni che arrivano dai diversi sensi sono discordanti, si generano problemi di stabilità, vertigini e illusioni sensoriali”. A disturbare la pratica sportiva sotto il profilo uditivo ci sono soprattutto due fattori: l’acqua e il rumore. Contro questi inconvenienti esistono strumenti come tappi impermeabili in silicone ma anche più sofisticati, che lasciano passare le parole e attutiscono il rumore di fondo.