Get Social With Us
Il rumore del vento su Marte - Linear Apparecchi acustici
22673
post-template-default,single,single-post,postid-22673,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Il rumore del vento su Marte

Il suono del vento su Marte è stato registrato per la prima volta dal lander Insight della Nasa, arrivato il 27 novembre scorso sul pianeta rosso. Un debole fruscio, quasi impercettibile all’orecchio umano, è stato ottenuto grazie al sismometro e al sensore di pressione dell’aria montati a bordo del lander, che hanno permesso di registrare le i vibrazioni generate dal vento (il primo dicembre soffiava a 16-24 chilometri orari).

Per la Nasa il primo audio marziano rappresenta un “regalo inatteso”, come spiega Bruce Banerdt, responsabile di InSight presso il Jet Propulsion Laboratory (Jpl) a Pasadena, California. “Ma uno degli obiettivi della missione -ha detto lo scienziato- è misurare il movimento su Marte e naturalmente questo include anche quello causato dalle onde sonore”. Per farle ascoltare a tutti, l’agenzia spaziale statunitense ha pubblicato un video su YouTube, che in poche ore ha già ottenuto migliaia di visualizzazioni. Si apre con l’audio originale registrato dal sismometro, poi riproposto alzato di due ottave, e prosegue con l’audio registrato dal sensore di pressione, accelerato di un fattore 100 per renderlo più facilmente udibile.

Per ascoltare suoni marziani ancora più chiari e definiti bisognerà aspettare il rover della missione Mars 2020 della Nasa, che porterà a bordo due microfoni.